PADUANO

CAMPANIA

INSTAGRAM  –  PAGINA FACEBOOK

BIOGRAFIA

Antonio Paduano nasce a Napoli nel 1992 e, sin da bambino, la musica ha subito un ruolo importante nella sua vita. Seguendo gli stessi passi di molti dei suoi parenti, inizia a prendere lezioni di pianoforte a soli 3 anni. Nello stereo di casa giravano molti dischi dei Genesis, Pink Floyd, De André, Baglioni e di altri grandi. Proprio a quest’ultimo Antonio amava fare l’imitazione, costringendo i compagni d’asilo a guardarlo per ore esibirsi. Dai 10 anni si avvicina sempre più alla musica punk, suonando con amici canzoni dei Sex Pistols, No.fx, Green Day. Questa forte influenza di suoni “sporchi” e “distorti” lo fa allontanare dallo studio della musica classica e del pianoforte che abbandonerà a 16 anni dopo essersi però diplomati in solfeggio al conservatorio di Salerno. In questi anni suona in vari gruppi di amici prima come bassista e poi come cantante nei tanti locali “underground” di Napoli. Nel 2011 con i Killer Tomatoe’s Attack incide 4 singoli e partecipa al MusicVillage in Puglia. La vita dopo il liceo lo allontana un po’ dal mondo della musica suonata, solo nel 2015 decide di riprendere la chitarra e iniziare un progetto cantautoriale. Nel 2017 esce il suo primo singolo da solista “Mondi Paralleli” con la produzione artistica di Enzo Foniciello e registrato presso lo Snap Studio di Napoli. Con l’uscita del brano aumentano anche i live e le aperture a concerti di artisti come Bisca, Lelio Morra, Lorenzo Kruger dei Nobraino ed altri. Nel marzo del 2018 esce il secondo singolo “Chi l’ha detto”, prodotto da Dario Di Pietro che scaturisce l’inizio di una collaborazione che porterà, nell’arco del 2019, alla pubblicazione del primo EP. Nel 2019 finalista al NanoFestival di Ercolano (NA) e al Premio Ugo Calise ad Oratino (CB)

    Leave Your Comment Here